Galatina



Galatina collocata in posizione strategica fra due mari, lo Ionio e l’Adriatico, è il punto di partenza ideale per scoprire le bellezze dell’intero Salento, per raggiungere in pochi minuti le spiagge di Otranto e Gallipoli o per andare alla scoperta di Città d’Arte straordinarie come Lecce, senza rinunciare all’esclusività del soggiorno offerto da Palazzo Baldi.
L'offerta enogastronomica galatinese è molto variegata.
Dall'antica e rinomata tradizione pasticcera i famosi "Pasticciotti", la "Mafalda", i biscotti di mandorla "Divini amori";
Tra le tipicità: i tarallini, le friselle, le pucce, le pittole, pitta di patate Dop, i pizzi invitanti e gustosi da condire con l'olio extravergine di oliva, pomodorini, basilico, formaggi di pecora o fresche mozzarelle e aromi mediterranei da abbinare agli ottimi vini di uve Negramaro, Primitivo, Malvasia, Salice Salentino della nostra terra.

Attrazioni
La Basilica Minore Pontificia di Santa Caterina è uno dei pochi esempi di architettura gotica del Salento, monumento nazionale, i cui interni completamente affrescati da Francesco d'Arezzo nel 1435 la rendono un'ambita meta turistica. Per la vastità dei cicli pittorici di tali affreschi, la Basilica galatinese è seconda solo alla Basilica di San Francesco d'Assisi.
La barocca chiesa Matrice dedicata a San Pietro e San Paolo conserva affreschi di notevole interesse, splendidi altari in marmo policromo, l'antico cappellone del Sacramento, le tele pregiate, le statue votive.
Altro elemento distintivo della città è la piccola cappella di San Paolo. Secondo la tradizione, dal pozzo interno sgorgava dell'acqua che aveva il potere di guarire quanti venivano morsi dai ragni chiamati tarantole (in dialetto, tarante).
Secondo la tradizione i tarantati effettuavano un esorcismo musicale a casa; successivamente, tra i ritmi incalzanti delle musiche locali, si recavano presso la cappella per invocare il Santo. Solo dopo aver bevuto l'acqua miracolosa, ed aver vomitato nel pozzo, la grazia si poteva considerare ottenuta e ogni anno, il 28 giugno, tornavano per "rinnovare" la grazia. Da qui l'annuale ricorrenza delle tarantate, viva ancora oggi e testimoniabile grazie alla sezione "Tarantismo" del museo di Galatina.
 Ancora da vedere: in prossimità della villa comunale è presente una fontana bronzea nota come Lampada senza luce o La Pupa; l'antica porta d'accesso alla città Porta Luce e le altre ancora presenti lungo le mura; La Chiesa delle Anime del Purgatorio, Il Convento delle Clarisse e le altre 20 chiese distribuite nel solo raggio del centro storico; decine di Palazzi nobiliari antichi ben evidenziati e descritti lungo il percorso.

Festività e tradizioni:
Mercato settimanale: giovedi.
Rievocazione storica ed antichi cortei tradizionali: periodo di Pasqua
Motoraduno Nazionale Città di Galatina "La Taranta": aprile-maggio
Galatina in fiore con apertura di corti e palazzi Signorili: maggio-giugno
Santi Patroni Pietro e Paolo: 28-29-30 giugno.
Estate Galatinese Spettacoli musicali in piazza durante il periodo estivo
Notte della Taranta: 2ª settimana di Agosto
Corti a Mezzanotte - corti aperte e degustazioni: Agosto
Notte della Cultura: Settembre
Barocco Wine Music - degustazione di vino nel centro storico: Ottobre
Concerti del Chiostro - rassegna internazionale di musica: Novembre
Fiera di Santa Caterina: 3ª decade di novembre
White Christmas: Dicembre, centro storico

Saremo felici di aiutarvi a conoscere la città e a proporvi itinerari alla scoperta della nostra terra qualsiasi siano i vostri interessi e curiosità riguardanti il territorio (artistici, archeologici, naturalistici, ambientalistici, enogastronomici o d’affari).

PRENOTA ONLINE
migliore tariffa garantita